AirPods, ecco la grande novità sulla nuova generazione

AirPods, ecco la grande novità sulla nuova generazione

Tra le novità tecnologiche di maggior spessore degli ultimi decenni è facile riscontrare il ruolo da protagonista di Apple. L’evoluzione degli strumenti che si hanno a disposizione al giorno d’oggi, anche in riferimento al campo dell’intrattenimento, come l’accesso ai siti di scommesse sportive con bonus, è stata impressionante grazie alla diffusione sempre maggiore di smartphone, tablet e altri dispositivi.

Uno dei prodotti auricolari che hanno raggiunto il top di gamma da parte del marchio di Cupertino è sicuramente rappresentato dagli AirPods Pro. Adesso siamo arrivati a parlare della seconda generazione che, a quanto pare dalle attuali indiscrezioni, sembra che potrà contare su un sistema ad ultrasuoni. Il condizionale è d’obbligo, ma le prime conferme arrivano dagli Usa, visto che è stato appena approvato un apposito brevetto.

Le novità che riguardano i prossimi auricolari AIrPods Pro 2

A quanto pare, il grande salto di qualità della seconda generazione degli AirPods Pro potrebbe essere rappresentato dall’integrazione con una nuovissima tecnologia ad ultrasuoni. Quest’ultima è stata descritta all’interno di un apposito brevetto che è stato depositato non molto tempo fa.

Questo sistema, di conseguenza, potrebbe ritrovarsi all’interno della seconda generazione dei ben noti auricolari di Apple, una delle tante sorprese del 2022. L’obiettivo, come si può facilmente intuire, è quello di far fare un salto di qualità agli utenti dal punto di vista dell’esperienza d’uso.

Il brevetto di cui stiamo parlando è stato depositato presso l’USPTO il 31 dicembre di due anni fa, ma l’approvazione è avvenuta solamente allo scorso giugno. Il brevetto in questione non fa altro che svelare una serie di dettagli che riguardano il sistema ad ultrasuoni decisamente all’avanguardia.

Si tratta di una tecnologia che verrebbe implementata negli Apple AirPods Pro 2 e che dovrebbe essere rivelata prima della fine del 2022. L’esperienza d’uso degli utenti, come dicevamo in precedenza, verrà sensibilmente migliorata, visto che l’uso degli stessi auricolari farà un bel salto in avanti nelle applicazioni quotidiane.

L’impiego di un sistema ad ultrasuoni, però, potrebbe non rappresentare la sola novità legata alla seconda generazione degli AirPods Pro 2. Infatti, a quanto pare, gli utenti potrebbero trovarsi di fronte a tutta una serie di nuove funzionalità che hanno ad oggetto il controllo di diversi dati che si riferiscono alla salute.

Cosa cambierà con il sistema ad ultrasuoni

Qualora il sistema ad ultrasuoni dovesse effettivamente essere integrato all’interno della seconda generazione degli AirPods Pro 2, ecco che le interazioni sarebbero oggetto di un’apposita ottimizzazione nel caso in cui gli auricolari si dovessero bagnare oppure anche se l’utente dovesse portare i guanti.

Al giorno d’oggi, infatti, utilizzare al giorno d’oggi le AirPods Pro, così come un po’ tutte le altre cuffiette a dire la verità, non è molto pratico nel caso in cui i device in questione siano umidi. Basti pensare al classico esempio di chi sta facendo attività sportiva e sta sudando, oppure quando si indossano dei guanti durante la stagione invernale.

Quindi, ecco il principale apporto benefico del sistema a ultrasuoni andrebbe a rimuovere ogni tipo di problematica che si riferisce ai tocchi poco precisi oppure anche all’impossibilità del classico “tap” nei casi sopra citati. Aspettando se effettivamente la seconda generazione degli AirPods Pro 2 potranno contare sul sistema ad ultrasuoni che è stato descritto all’interno del brevetto, ecco che le ultime notizie hanno messo in evidenza come gli auricolari dovrebbero essere dotati pure di un’altra migliora di prim’ordine. Si tratta del sistema di ricarica dotato di porta USB-C, oltre che della tecnologia che prende il nome di MagSafe.

Ebbene, proprio per merito di queste integrazioni, ecco che gli auricolari AirPods Pro 2 potrebbe trasformarsi a tutti gli effetti in un apparecchio acustico. Non solo, visto che ci dovrebbe essere anche una tecnologia per la misurazione della frequenza cardiaca e della temperatura del corpo.

Leave a Reply

Your email address will not be published.